NOTA DI BENVENUTO.

Postato su gennaio 30th, 2018 da Aldo.
Categorie: FATTI E MISFATTI.

BENVENUTO

COME NAVIGARE IN QUESTO SITO. Grazie per avere raggiunto il mio sito. Di seguito, solo qualche nota per muoversi più agevolmente nei suoi meandri. Per iniziare vi invito a cliccare sul menù di destra SITO AGGIORNATO AL In detta  pagina sono presentati in sequenza rigorosamente cronologica, gli argomenti trattati di volta in volta. Sono riflessioni personali che propongo all’attenzione del lettore. Ho i capelli bianchi già da tempo e il mio unico scopo è quello di porre a disposizione di tutti coloro che lo desiderano, la mia esperienza senza artifici, senza infingimenti e soprattutto senza secondi fini. Gli argomenti sono trattati così come nascono, semplicemente digitando sulla tastiera del computer. Cerco di non offendere nessuno anche se, lo riconosco, alle volte il linguaggio che uso è incisivo e diretto. Talvolta scrivo sotto dettatura…del Cuore o della Mente. Sarò lieto di raccogliere le vostre considerazioni, le vostre riflessioni e soprattutto le vostre critiche. Solo chi ci critica ci aiuta a migliorare. Potrete lasciare i vostri commenti direttamente sul sito oppure utilizzare la mia email privata   info@rossialdo.com. Cercherò di rispondere a tutti. All’interno dei vari articoli, tutte le parole riportate in giallo ocra rappresentano un link interattivo, ovvero, un semplice click vi consentirà di visionare il documento sotteso. Sempre sul menù di destra potrete vedere l’indice degli argomenti trattati. Il più interessante e corposo che analizza, in particolare, eventi di cronaca quotidiana è FATTI E MISFATTI. Di contenuto più gradevole, più rilassante e decisamente meno impegnativo è la pagina EMOZIONI che vi suggerisco caldamente. Buona navigazione!

Aldo Rossi 

Aldo Rossi è anche su Facebook           Facebook 1         Facebook 2

Share Button

0 comments.

L’ALTO ADIGE E’ ANTISEMITA DA SEMPRE MA A NESSUNO SEMBRA INTERESSARE.

Postato su gennaio 26th, 2018 da Aldo.
Categorie: FATTI E MISFATTI.

 

IN ALTO ADIGE RIAFFIORA UN PERICOLOSO E MAI SOPITO ANTISEMITISMO. 27 gennaio 2018 ricorre il giorno della Memoria. In tempi assai recenti, nel Comune di Sarentino (BZ), su un terreno privato, sorvegliato da telecamera, è stata collocata una statua monumentale ben visibile anche a tutti coloro che transitano sulla vicinissima strada pubblica. Non è un’opera storica ma contemporanea. Detta statua è dedicata ai Kaiserjäger (Cacciatori Imperiali) caduti per la difesa del Tirolo nel corso della Grande Guerra. Lo sconcerto, però, nasce leggendo la sottostante targa bronzea scritta in caratteri gotici e che rievoca quegli eventi secondo la visione dell’autore e proprietario del monumento. Questa la traduzione della targa:

IN MEMORIA DEI KAISERJÄGER SARENTINESI CADUTI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE PER DIO, PER IL KAISER E PER IL TIROLO.

R.I.P.

MORIRONO VITTIME DEL PIU’ GRANDE TRADIMENTO DELLA STORIA PERPRETATO IL 26 APRILE 1915 DAL RE ITALIANO VITTORIO EMANUELE III

E DAL SUO COMPARE E MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI

QUELL’EBREO BARONE LUIGI SIDNEY SONNINO.

 

L’autore stigmatizza espressamente e senza giri di parole:

QUELL’EBREO BARONE LUIGI SIDNEY SONNINO“.

I responsabili delle locali Comunità Ebraiche non dicono nulla, sembra siano molto impegnati nell’importantissima disquisizione sul significato del sostantivo “razza“. Contenti loro, anch’io faccio spallucce.

 

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 26gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA 25 gennaio 2018

 

Share Button

0 comments.

ELEZIONI 4 MARZO 2018: L’ALTO ADIGE, LA POLITICA E IL MERCATO DELLE VACCHE…!

Postato su gennaio 25th, 2018 da Aldo.
Categorie: FATTI E MISFATTI.

TRENTO, 25 gennaio 2018.

A Bolzano il Partito Democratico impone la candidatura di Maria Elena Boschi e quella del ministro Graziano Delrio? Attendiamo conferme.

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 31 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 30 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 28 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 27 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA TRENTINO 27 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA TRENTINO 26 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 26 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 25 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA NAZIONALE 24 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 24 gennaio 2018

Che anche in Trentino Alto Adige, il PD fosse alla frutta lo avevamo capito già da un pezzo ma che arrivasse a proporre candidati esterni alla regione ci sembra quanto meno prassi discutibile e azzardata. Per Maria Elena Boschi, in particolare, serve un seggio blindato, ovvero, dove lei possa avere la certezza di essere eletta. La Fatina dai capelli turchini, bugiardella e ahimè capace di smentire anche se stessa, ha paura di proporre la sua candidatura nel suo territorio, ad Arezzo. I suoi amati concittadini, infatti, in particolare coloro che hanno perso tutti i loro risparmi nella banca dove svolge mansioni da dirigente anche il suo caro papà, la brucerebbero sul rogo. Meglio pararsi le auguste chiappe anche perché fare politica, è sempre meglio che lavorare. Cosa c’è di meglio, quindi, che imporsi in un collegio dove votano solo elettori ubbidienti, timorati di dio, abituati all’autodafé e che non si pongono mai domande? La tipologia ideale dell’elettore rassegnato, ubbidiente ma…furbescamente interessato! Per quanto riguarda Graziano Delrio, infatti, possiamo affermare che egli rappresenti il prototipo ideale del ministro che la stessa SVP  vuole candidare nel suo collegio di Bolzano ( SVP Südtiroler Volks Partei – Partito Autonomista Sudtirolese). Vediamo perché. Graziano Delrio è quell’esponente PD che, mai una volta, si è opposto alle interferenze e alle azioni di palese revanscismo che, ormai da anni, ha posto in essere la SVP nei confronti degli Italiani e in particolare nei confronti dei cittadini altoatesini di lingua italiana. Chi è Graziano Delrio? 1) E’ colui che ha autorizzato l’allora presidente della provincia autonoma di Bolzano Luis Durnwalder, ad abolire la lingua italiana dalla toponomastica dei sentieri di montagna (Foto 1 Foto 2) che, altro non è che il primo passo per condurre all’abolizione totale della lingua italiana in Alto Adige; 2) è colui che non ha detto nulla quando gli Schützen, i corpi armati paramilitari autonomisti del Trentino Alto Adige, hanno piantato (CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE febbraio 2015) sul suolo italiano, lungo tutto il vecchio confine austroungarico, ben 74 croci in acciaio per ricordare solo i loro caduti Sudtirolesi (Foto 3). Per intenderci hanno marcato il “loro” territorio come fanno solitamente i cani o gli animali selvatici. Questo nel più completo disprezzo del sacrificio dei Caduti Italiani della Grande Guerra; 3) è colui che non ha mosso un solo dito, quando il Consiglio della Provincia Autonoma di Bolzano ha abolito, da tutta la sua documentazione ufficiale, il termine “altoatesino” perché ritenuto di stampo fascista (CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 1 luglio 2016); 4) è colui che non ha mosso un solo dito quando l’Alto Adige è stato ricoperto di cartelli anti italiani con la scritta “L’Alto Adige non è Italia” (foto 4) (foto 5); 5) è colui che non ha mosso un solo dito quando Eva Klotz  ha passato la scopa sulla Bandiera italiana: vilipendio al Tricolore! (Foto 6). Per carità di patria ci fermiamo qui. Ci preme, però, stigmatizzare il fatto che i politici italiani di sinistra e di destra, a parte qualche rara eccezione, sono uomini senza onore e senza dignità, non conoscono la Storia e sono disposti a vendere anche la loro madre per ottenere in cambio qualche piccolo vantaggio in termini politici.

GLI ELETTORI SARANNO IN GRADO DI IMPARTIRE UNA SONORA LEZIONE ALLA DIRIGENZA PD? GLI ELETTI DEVONO ESSERE ESPONENZIALI DEL TERRITORIO. VACCHE E BUOI DEI PAESI TUOI.

L’ALTO ADIGE E’ ITALIA, QUALCUNO LO DICA AL PD E A DELRIO…!

I 650MILA SOLDATI ITALIANI CADUTI SUL FRONTE DELLA GRANDE GUERRA NON CHIEDONO VENDETTA, CHIEDONO SOLO RISPETTO PER IL LORO SACRIFICIO E, VI ASSICURO, NON VI FARANNO DORMIRE SONNI TRANQUILLI.

Share Button

0 comments.

EVA KLOTZ, VILIPENDIO ALLA BANDIERA ITALIANA: LA CORTE DI CASSAZIONE RINVIA IN APPELLO LA SENTENZA DI ASSOLUZIONE.

Postato su gennaio 23rd, 2018 da Aldo.
Categorie: FATTI E MISFATTI.

Nel 2010, in occasione dei novant’anni dell’annessione  dell’Alto Adige all’Italia, vennero stampati e affissi in tutta la provincia di Bolzano dei manifesti – “L’Alto Adige non ha bisogno dell’Italia” – che rappresentavano una scopa che spazzava via il tricolore italiano lasciando soltanto i colori bianco e rosso della bandiera sud-tirolese. In primo grado la condanna fu un’ammenda di 3.000 euro per ciascuno dei responsabili fra i quali vi era anche la passionaria Eva Klotz*.  Il 5 ottobre 2016 la Corte d’Appello di Trento, rovesciando completamente la sentenza di primo grado, ha assolto Eva Klotz e compagni in quanto il manifesto incriminato rappresentava un atto di “libertà d’espressione”. In Alto Adige fra i politici italiani (PD),  nessuno disse nulla e solo pochissimi, nel centro destra, si sollevarono difronte a questa scandalosa sentenza. Unica voce veramente autorevole fu, invece, quella del Procuratore di Bolzano Guido Rispoli che si espresse in termini inequivocabilmente fermi e decisi. Fu poi lo stesso Procuratore Generale di Trento a presentare un reclamo mirato che fu prontamente accolto dalla nostra Corte Suprema. Il processo andrà quindi rifatto CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 18 gennaio 2018.

Aldo Rossi

*EVA KLOTZ E’ FIGLIA DEL TERRORISTA ALTOATESINO GEORG KLOTZ CHE NEGLI ANNI ’60 FU CONDANNATO A OLTRE 50 ANNI DI CARCERE PER LE VICENDE COLLEGATE ALLE STRAGI IN ALTO ADIGE. ANCHE GEORG KLOTZ, PER NON SMENTIRSI, ERA UNO SCHÜTZE…! A ME NON FANNO PAURA QUESTI PSEUDO TERRORISTI. MI FA MOLTA PIU’ PAURA IL SILENZIO DEI NOSTRI “GOVERNANTI” E LA RASSEGNAZIONE DEGLI ITALIANI. ITALIANI SENZA ONORE E SENZA DIGNITA’…? QUESTA, OGGI, E’ LA REALTA’ DEL TRENTINO ALTO ADIGE. FATE VOI…!

 

Share Button

0 comments.

TRENTO DEDICA UNA PIAZZA A VALERIA SOLESIN LA RAGAZZA MORTA IN UNA DISCOTECA DI PARIGI.

Postato su gennaio 23rd, 2018 da Aldo.
Categorie: FATTI E MISFATTI.

Su proposta del capogruppo PD in consiglio comunale di Trento, il 29 gennaio 2018 il sindaco, Alessandro Andreatta, presiederà una cerimonia per l’intitolazione di uno spazio pubblico di Trento a Valeria Solesin. La ragazza, già studentessa della facoltà di sociologia di Trento, è morta nella discoteca Bataclan di Parigi il 13 novembre 2015. Qualcuno mi aiuti a capire per favore. 1) questa ragazza muore ascoltando musica in una discoteca di Parigi; 2) a questa ragazza vengono tributati funerali di Stato in Piazza S. Marco a Venezia; 3) ai funerali partecipano, in forma ufficiale, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e Matteo Renzi; 4) l’ultima volta che è stato autorizzato un funerale in Piazza S. Marco è stato nel lontano 1865; 5) a questa ragazza, Venezia ha dedicato anche uno dei suoi ponti.

CHI ERA IN REALTA’ VALERIA SOLESIN…? Non c’erano altri nomi più meritevoli, forse, di essere ricordati? Penso ad esempio alle vittime di Rigopiano e a tutti i soccorritori caduti  in occasione di altri tristi eventi. Cosa c’è dietro questa anomala e frettolosa operazione intesa solo a proporre delle palesi discriminazioni anche fra i morti?

CORRIERE DELLA SERA TRENTINO 25 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA TRENTINO 23 gennaio 2018

Share Button

0 comments.

20 GENNAIO 2018 LAURA BOLDRINI A BOLZANO INVITATA DAI VERDI DELL’ALTO ADIGE.

Postato su gennaio 20th, 2018 da Aldo.
Categorie: FATTI E MISFATTI.

 

Se la signora Laura Boldrini rappresenta il vostro modello politico…auguri! Vedremo cosa racconterete ai vostri figli e ai vostri nipoti fra qualche anno. E’ lei stessa che costituisce la madre di tutte le fake news. E’ stata eletta in un partitino che non esiste più da un pezzo e che, a suo tempo, a livello nazionale, aveva raccolto meno del 3% ovvero nemmeno un milione di voti. La signora, provenendo dal partito del nulla, si è ritrovata, però, per via degli inciuci fra i partiti, a ricoprire la terza carica dello Stato alla faccia degli altri 65 milioni di italiani. Lei non ha mai lavorato e tantomeno conosciuto il rischio d’impresa. Si è solo data da fare in quelle pseudo organizzazioni internazionali che tutto fanno, tranne gli interessi delle popolazioni. Come presidente del Parlamento italiano lei non ha mai rappresentato e tantomeno difeso gli Italiani ma ha sempre portato avanti con caparbietà e arroganza, la sua funesta ideologia guarda caso… comunista. Vi invito a guadare bene la foto e il brevissimo filmato da me stesso girato il 10 ottobre 2017. A Roma tutti fanno finta di niente ma, a una finestra di Montecitorio, è appesa da mesi e forse da anni, una bandiera rossa che non penso rappresenti gli Italiani. La signora vi dirà che quella bandiera rappresenta il simbolo delle donne perseguitate ma in realtà si tratta di una vera e propria bandiera rossa, tanto cara ai compagni e che richiama i tempi funesti del più becero stalinismo. Cara signora se lei è attaccata da moltissime persone sui social media, non è perché gli Italiani  odiano lei, è lei che si fa odiare dagli Italiani. Se ne faccia una ragione e provveda a fare un grande regalo agli Italiani: SPARISCA DALLA POLITICA.

Aldo Rossi

P.S. Presidente Sergio Mattarella se c’è batta un colpo per favore.

Share Button

0 comments.

LAURA BOLDRINI IL 20 GENNAIO 2018 SARA’ A BOLZANO…IN CERCA DI VOTI!

Postato su gennaio 19th, 2018 da Aldo.
Categorie: FATTI E MISFATTI.

LAURA BOLDRINI in visita a Bolzano sarà ospite dei Verdi locali. L’assemblea sarà aperta solo agli iscritti al partito perché l’ex presidenta ha paura del confronto diretto con la gente. La signora sa di essere invisa alla stragrande maggioranza degli Italiani e gira con la sua imponente scorta, ovviamente, mantenuta a spese nostre. Solo qualche considerazione. Perché i costi della campagna elettorale di questa signora devono essere a carico degli Italiani visto che la sua funzione istituzionale non esiste più? LIBERI e UGUALI è il partito in cui milita la giovanotta ma sembra che il concetto di uguaglianza, valga solo per gli altri come già abbondantemente rappresentato da antica prassi vetero-comunista. Si, la signora è comunista fin sotto la cotica. Nel rispetto del concetto di uguaglianza a lei tanto caro, rinunci alle sue lautissime prebende, rinunci anche alla scorta e si renda uguale a chi realmente soffre. A parole siamo tutti bravi ma nei fatti lei rappresenta una vera contraddizione…la vera comunista radical-chic. L’eventuale affermazione del suo partito e l’eventuale sua rielezione in parlamento, rappresenterebbero per l’Italia una vera iattura. AUGURI ITALIA!

Aldo Rossi

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 20 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 19 gennaio 2018

CORRIERE DELLA SERA ALTO ADIGE 18 gennaio 2018

 

Share Button

0 comments.

3ba83be0c4" />